akademy 1st day

Dopo un viaggio da paura (partenza giovedì ore 16.56 da Senigallia, mille peripezie che tralasceremo
per scordarle il prima possibile e arrivo venerdì ore 13 al bar dell’incontro a Mechelen, 30 km da Bruxelles..) e un accommodation niente male in un posto di gnomi e fate, eccoci ai primi incontri dell’akademy!!
Ho deciso di scrivere UN post al giorno, riassumendo un pò tutto quello che succede. Un po’ per ricordarmelo meglio, un po’ per…

così. Ho deciso così.
La prima grande difficoltà qui è la lingua, inutile nasconderlo. E non tanto l’inglese in sè, quanto
l’inglese parlato da circa metà dei partecipanti..
A parte tutte le difficoltà, questo primo giorno di questa mia prima akademy sembra proprio iniziato
col verso giusto!
Gli incontri sono rapidi e interessanti, i più rimandano a discussioni libere successive (le famose
BoF sessions), il tempo è buono e il caffè é gratis.. cosa volere di più??

Nella mattinata ho seguito gli incontri di Frank Karltischek e la sua visione del futuro di KDE,
Riccardo Iaconelli su Oxygen, Peter Sikking e le next-generation printing dialogs, Till Adam e
Volker Krause su Akonady, Kugler e Muller (ma come c..o si fa la dieresi??) sul futuro modello
di sviluppo da loro ipotizzato per KDE. Di tutte queste voglio mettere in evidenza tre semplici cose.
Del primo incontro, l’idea di un desktop NON SOLO bello pulito e funzionale, a rincorrere ergonomicità
e funzionalità di quelli proprietari, MA ANCHE (la tentazione è stata troppo forte…) orientato alla
comunità degli utenti e sviluppatori di KDE. Questo significa poter sapere chi e quanti sono gli
utenti che utilizzano il tuo stesso software, vedere il volto degli sviluppatori che contribuiscono alle features (e ai bugs) del tuo software preferito, trovare strade dirette di comunicazione che favorisca entrambe (l’utente commenta bugs e propone features, il developer ha feedback immediati e idee
nuove).
La printing dialog del futuro si basa su tre livelli:

  1. stampa direttamente,
  2. vedi l’anteprima e stampa,
  3. configura stampa, vedi anteprima e stampa

Fin qui nulla di nuovo, invero.. la finestra di configurazione del livello 3 però è molto innovativa, con l’anteprima sempre disponibile da un lato e una lista di opzioni sempre visibile che clickate aggiungono
alla finestra le configurazioni relative. So, no more tags here!!
Terza cosa, gli appunti e le idee sul modello di sviluppo in evoluzione. La cosa è talmente in evoluzione
da non essermi risultata chiara!!

L'istituto ove si svolge l'akademy

Il pomeriggio è stato dedicato al nostro Platinum Sponsor: la Nokia. All’inizio c’è stata l’introduzione
di Sebastian Nystrom, ex responsabile delle innovazioni tecnologiche Nokia e attuale capo Trolltech.
Uno che quando parla ti fa sentire come la persona più intrigante del mondo e il responsabile del nuovo passo in avanti dell’umanità. Per fortuna però ha finito presto: troppo peso sulle spalle..
In seguito si è parlato di programmazione su linux embedded e del porting a Qt di Maemo, assolutamente da citare perché sviluppato da un programmatore italiano sostenuto finanziariamente da Nokia.

La giornata di oggi si conclude con il social event. La mia sul blog si conclude qui.. A domani!

One response to “akademy 1st day

  1. Andrea,

    Come mai ti sei fermato al primo giorno?
    Andavi così forte !!

    I soliti tuoi buoni propositi presto abbandonati come le vagonate di bottiglie di birra vuote dopo una serata di bisboccia ??

    P.s.: sono riuscito a trovare l’intruso nella foto di gruppo con il mitico AAAAAron

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s